Diritto e gratitudine

Quanto costa far valere un diritto? Una, due, tre corse alla sede sindacale di competenza territoriale, che non è necessariamente la più vicina.

Non sempre è una questione di soldi. Esistono le questioni di principio. Sono le più ardue, le più potenti. Il principio di un’idea di Giustizia muove la società, la politica e le persone per bene.

Chi è ricco e arrogante si fa beffe di tutto questo.

Parli, rivendichi, ti fai le tue ragioni. Segue il silenzio. Ma ecco che parli di soldi e il ricco si desta! Con la manina ben salda sul suo portafoglio, rispolvera la  parola diritto. Solo per negarlo, contro ogni evidenza. Il ricco conosce il termine, non  vi è alcun dubbio!

Tu, mediocre essere umano, hai il diritto di ringraziarlo, di sorridergli con gratitudine, di genufletterti per la generosità che ti accorda.

Hai il privilegio di essere suddito. I più fortunati entrano a far parte della corte. I reietti ricevono delle lettere di trasferimento a 100 chilometri da casa e si dimettono. Per giusta causa. Anche in questi casi, non bisogna dimenticare di ringraziare.

Appartengo alla schiera degli ingrati. Potrai mai perdonarmi, mio caro signorotto di provincia?

Marinella Brizza

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...